Cos’è e a che cosa serve la nutrizione sportiva

L’obiettivo della nutrizione sportiva è fornire il giusto tipo di cibo, energia, nutrienti e liquidi in modo che l’atleta possa ottimizzare le proprie prestazioni. Possiamo riassumere tutta la scienza dietro l’alimentazione sportiva in tre macro aree: alimentazione (che non è solo riso bianco), idratazione e recupero. La prima fornisce al corpo il sostentamento dal cibo per migliorare le prestazioni attraverso la resistenza, la forza e la chiarezza; la seconda previene disidratazione e affaticamento, ottimizzando le prestazioni muscolari; mentre la terza – forse la più sottovalutata – favorisce un recupero ottimale dopo l’esercizio.

La nutrizione sportiva non è riservata solo agli atleti d’élite e ai maratoneti, chiunque desideri comprendere ed elevare la propria forma fisica può trarre vantaggio dalla nutrizione sportiva (anche gluten free). Le strategie di idratazione e rifornimento variano enormemente a seconda del tipo di allenamento, dello stile di vita e di molti altri fattori. Per questo motivo è essenziale chiedere una consulenza a un esperto in ambito di nutrizione, come un dietologo o un biologo nutrizionista.

Macronutrienti, idratazione e micronutrienti

Il cibo è composto da tre macronutrienti: grassicarboidrati (che si suddividono in carboidrati semplici e carboidrati complessi) e proteine. L’obiettivo finale della nutrizione nello sport è bilanciare questi macro e micronutrienti per ottenere una produzione di energia ottimale e, a volte, una composizione corporea per lo sport previsto. La suddivisione di quest’ultimi dipenderà da fattori personali e specifici dello sport. Per quanto riguarda i liquidi, una persona sedentaria media ha bisogno di circa 2-3 litri al giorno. Per l’atleta, invece il fabbisogno di idratazione può aumentare notevolmente a seconda del sudore e delle richieste di allenamento.

I bisogni specifici di liquidi variano da atleta ad atleta a seconda del peso corporeo, dell’esercizio e delle condizioni ambientali. Inoltre, l’idratazione non diventa solo l’assunzione di acqua, ma anche l’equilibrio elettrolitico. Oltre a bilanciare questi macronutrienti, l’obiettivo è anche quello di ottenere un apporto ottimale di micronutrienti, ad esempio vitamine, minerali, fitonutrienti, ecc. Questo è di fondamentale importanza da menzionare e ancora troppo spesso trascurato. I micronutrienti aiutano a sostenere un corpo sano, gestendo una serie di fattori come la prevenzione degli infortuni, la costruzione muscolare, il supporto immunitario, il recupero e altro ancora.

Non esistono diete miracolose

Un buon dietista sportivo sa che non esistono due atleti uguali. Per questo motivo, un approccio unico alla nutrizione semplicemente non offrirà risultati ottimali. Ciò che può funzionare bene per una persona potrebbe non essere altrettanto efficace per qualcun altro nello stesso campo. In effetti, seguire un piano nutrizionale sbagliato può essere dannoso per la salute e le prestazioni a seconda dello stile di vita specifico e delle tue esigenze nutrizionali. I dietisti sportivi accreditati hanno conoscenze specialistiche che aiutano a capire di cosa potrebbe aver bisogno un atleta a seconda di una serie di variabili

Devo prendere gli integratori?

Tutti coloro che si avvicinano allo sport e alla nutrizione sportiva fanno questa domanda. La risposta è una soltanto: se mangi il cibo giusto, non hai bisogno della maggior parte degli integratori che ci sono in commercio (come, ad esempio, la tanto blasonata barretta proteica o gli amminoacidi essenziali). Sebbene gli integratori non debbano essere usati come sostituti del cibo nutriente, possono essere usati strategicamente in determinate circostanze sotto la guida di un dietista accreditato per migliorare le prestazioni sportive di un atleta.

Inoltre, in situazioni in cui un atleta non ha accesso al cibo necessario per la sua dieta ottimale (ad es. durante il viaggio) o ha difficoltà a soddisfare un maggiore fabbisogno energetico o nutritivo, possono essere suggeriti integratori come modo per garantire che continui a soddisfare tutte le sue necessità. Il piano alimentare, quindi, è il segreto per un’attività sportiva di successo ed è il miglior modo per prendersi cura di sé. Una corretta nutrizione sportiva, in costante aggiornamento, ha un ruolo chiave nella vita. Questo perché, oltre a offrire alte prestazioni in base al tipo di sport praticato, è importante per ritardare l’insorgere di malattie cardiache o legati alla sedentarietà.

Cos’è e a che cosa serve la nutrizione sportiva

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Vuoi maggiori informazioni?
Contattaci!