Cos’è il Botox in medicina estetica: come funziona e quanto dura

Avrete sicuramente sentito spesso la parola “Botox” o “Botulino” in ambito della medicina estetica. Non è un caso: il farmaco viene utilizzato da decenni dai professionisti per il trattamento delle rughe e le pieghe del viso. Oggi vogliamo parlarvi del botulino, della sua efficacia e della sua applicazione nella medicina estetica.

A cosa serve il Botulino?

Così come vi abbiamo anticipato dinanzi, il botulino nella medicina estetica viene utilizzato per ridurre la comparsa delle rughe del viso. Secondo l’American Board of Cosmetic Surgery, le iniezioni di Botox sono la procedura cosmetica più popolare a livello nazionale. Nel 2016, oltre 7 milioni di persone hanno deciso di utilizzare il botulino. Gli effetti sono temporanei, della durata dai tre ai sei mesi, a seconda del tipo di trattamento.

 

Solitamente le iniezioni vengono attuante nelle seguenti aree del viso:

 

  • Rughe della fronte
  • Rughe interciliari
  • Rughe intorno alle labbra
  • Rughe e solchi glabellari che si formano tra le sopracciglia (rughe glabellari)
  • Rughe intorno all’occhio (le cosiddette “zampe di gallina”)
  • Rughe di espressione
  • Ringiovanimento del viso ad effetto lifting

 

Il botulino è un rilassante muscolare antirughe iniettabile. Viene utilizzata la tossina botulinica di tipo A, in particolare la tossina botulinica A, per paralizzare temporaneamente i muscoli facciali. Il meccanismo d’azione è semplice: la tossina agisce riducendo e limitando la contrazione dei muscoli, attenuando le rughe e donando al viso un aspetto disteso e rilassato senza ricorrere ad un intervento chirurgico.

Quali sono i tipi di iniezioni di tossina botulinica?

Esistono diversi marchi per le iniezioni di tossina botulinica. Non tutti i prodotti trattano gli stessi problemi (per questo il vostro medico deciderà quali utilizzare), ma e opzioni includono:

 

  • Botox® (tossina Abotulinica)
  • Dysport® (tossina Abobotulinica).
  • Xeomin® (IncobotulinumtoxinA).
  • Jeauveau® (tossina di prabotulinum A)

  •  

Le iniezioni di Botox devono essere somministrate solo da un medico qualificato anche se utilizzate per scopi cosmetici. Quest’ultime possono essere somministrate in più di un’area alla volta a seconda della condizione da trattare.

 

Le iniezioni di Botox devono essere somministrate solo da un medico qualificato anche se utilizzate per scopi cosmetici. Quest’ultime possono essere somministrate in più di un’area alla volta a seconda della condizione da trattare.

Quanto tempo impiega una procedura con il Botox?

 

L’iniezione del botulino antirughe richiede solo pochi minuti e non si avrà bisogno dell’anestesia. Il medico, infatti, utilizzerà solo un piccolo ago per iniettare la tossina botulinica all’interno dei muscoli specifici e si sentirà solo un lieve disagio. In genere sono necessari dai 7 ai 14 giorni per gli effetti totali (i primi risultati desiderati sono previsti comunque entro 1-2 giorni successivi al trattamento). L’effetto dura dai 3 ai 6 mesi (in base al soggetto) e, man mano che svanisce, le linee e le rughe inizieranno a riapparire nuovamente sulla pelle. Ulteriori iniezioni di Botox possono essere somministrate per mantenere i risultati.

Cosa non fare dopo il botox

L’iniezione del botulino antirughe richiede solo pochi minuti e non si avrà bisogno dell’anestesia. Il medico, infatti, utilizzerà solo un piccolo ago per iniettare la tossina botulinica all’interno dei muscoli specifici e si sentirà solo un lieve disagio. In genere sono necessari dai 7 ai 14 giorni per gli effetti totali (i primi risultati desiderati sono previsti comunque entro 1-2 giorni successivi al trattamento). L’effetto dura dai 3 ai 6 mesi (in base al soggetto) e, man mano che svanisce, le linee e le rughe inizieranno a riapparire nuovamente sulla pelle. Ulteriori iniezioni di Botox possono essere somministrate per mantenere i risultati.


  • Evitare attività fisica intensa per almeno 24 ore
  • Non toccare la parte interessata per almeno sei ore dopo il trattamento
  • Evitare esposizione a fonti di calore

Rischi delle iniezioni di Botox ed effetti indesiderati

I rischi delle iniezioni di Botox sono di lieve entità e provocano, al massimo, piccoli disturbi momentanei. Gli effetti collaterali delle iniezioni di tossina botulinica variano a seconda dell’area che riceve il trattamento, ma la maggior parte dei problemi migliora in un giorno o due e sono:

 

  • Dolore, gonfiore, arrossamento o lividi nel sito di trattamento
  • Sintomi simil-influenzali
  • Mal di testa
  • Dolore al collo
  • Mal di stomaco (indigestione)
  • Palpebre cadenti temporanee (ptosi)
  • Irritazione o arrossamento degli occhi
  • Le reazioni allergiche sono pressoché inesistenti

 

Sono sempre di più le persone che stanno chiedendo trattamenti con il botulino antirughe, la soluzione ideale per chi vuole ringiovanire con il minimo sforzo senza l’uso della chirurgia plastica. Uno dei vantaggi più significativi dell’uso della tossina botulinica è che è un modo semplice per migliorare la bellezza naturale. Il Ministero della Salute ha perfino autorizzato l’impiego della tossina del botulino a fini estetici per diversi fattori, specialmente quando la gravità delle rughe del viso ha un importante impatto psicologico in pazienti adulti.

Cos’è il Botox in medicina estetica: come funziona e quanto dura

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Vuoi maggiori informazioni?
Contattaci!