Cos’è il Lifting, il più famoso trattamento chirurgico estetico

Il lifting è senza alcun dubbio il trattamento estetico più famoso al mondo. Si tratta di un vero e proprio intervento anti-invecchiamento che ha l’obiettivo di eliminare, smussare e nascondere i segni più visibili del tempo sul nostro viso. Siete stuzzicati dall’idea di essere sottoposti a un trattamento simile? Volete sapere cosa si farà durante l’operazione o siete semplicemente curiosi? Continuate la lettura su questa pagina perché vi diremo tutto quello che dovete sapere sul lifting.

A cosa serve il lifting

Il lifting serve per contrastare gli inestetismi della pelle e del tempo. Il medico plastico che andrà ad eseguire il trattamento correggerà i segni dell’età andando a tendere i muscoli del viso, ridurre il grasso e andando a ridistribuire e rimuovere la pelle in eccesso.

Il lifting, quindi, andrà a contrastare:

  • Rughe che si formano sul viso, come quelle della fronte, intorno agli occhi e intorno alla bocca;
  • L’abbassamento delle guance e delle sopracciglia
  • L’accumulo di grasso sulla faccia e nel collo

In base alla zona che si desidera trattare, esistono diversi tipi di lifting:

  • Lifting frontale: corregge gli effetti del rilassamento e dell’atrofia della cute e dei tessuti sottostanti della fronte e della glabella
  • Lifting temporale (lifting del sopracciglio): corregge gli effetti del rilassamento e dell’atrofia della cute e dei tessuti della regione laterale corrispondente alle tempie; innalza la parte laterale del sopracciglio e distende la pelle delle tempie e della parte laterale degli occhi
  • Lifting medio-facciale: un lifting della parte centrale del volto che consente di correggere i segni che derivano dalla discesa della pelle, del grasso e delle fasce muscolari
  • Lifting del collo e mento

La procedura di un intervento di lifting del viso è considerata “medio invasiva” poiché il chirurgo deve agire con bisturi e anestesia locale. Saranno attuate, infatti, una serie di incisioni – con anestesia locale – all’interno della sala operatoria per una durata massima di circa due ore.

A chi è consigliato il lifting

Il lifting è una procedura di chirurgia estetica che è consigliata alle persone dai 30 anni in su. Al di sotto di questa età, infatti, le condizioni della pelle non richiedono l’intervento chirurgico; solitamente l’età più comune in cui i pazienti si sottopongono al trattamento varia dai 40 ai 70 anni.

Starete pensando che a questo punto chiunque sia capace di sottoporsi al trattamento, ma la verità è ben diversa: affinché l’operazione dia i risultati sperati, è necessario che la pelle del paziente abbia conservato un certo grado di elasticità. C’è bisogno, quindi, di una certa elasticità della pelle e una struttura scheletrica abbastanza forte.

Come prepararsi all'intervento

Innanzitutto prima dell’intervento vero e proprio sarà necessaria una visita specialistica. In questo caso il medico chirurgo – colui che effettuerà l’operazione – valuterà le richieste, le esigenze e le aspettative del paziente, scegliendo e mostrando il lifting appropriato per il suo caso (in alcuni casi gli specialisti potranno anche consigliari i cosiddetti “mini-lifting”).

Durante la visita l’esperto dovrà valutare lo stato della pelle del paziente, per verificarne le condizioni e soprattutto l’elasticità. Oltre a questo, il medico darà al paziente tutte le indicazioni da seguire prima di sottoporsi all’operazione, individuando la presenza di possibili allergie e/o complicazioni da evitare durante l’intervento.

Risultati sperati del lifting

Così come molti altre operazioni della medicina estetica, i risultati variano da soggetto a soggetto, in base a fattori costituzionali e alle condizioni di salute dell’organismo, della pelle e delle strutture sottostanti. I risultati migliori, infatti, si ottengono nei seguenti casi:

  • I pazienti più giovani tendono a ottenere i risultati migliori
  • I pazienti con pelle secca, invecchiata dal sole e con molte rughe avranno esiti meno favorevoli
  • Un viso allungato tende ad avere risultati migliori rispetto a un viso più arrotondato
  • Coloro che sono in buona salute tendono ad ottenere risultati migliori rispetto a quelli che si trascurano (come i fumatori) o sono affetti da particolari patologie

L’intervento di chirurgia estetica, tuttavia, promette risultati migliori rispetto alla condizioni precedenti dall’operazione.

Durata del lifting antirughe

Potrebbe essere necessario sottoporsi a un nuovo intervento a distanza di alcuni anni (all’incirca dopo 5-10 anni dal primo lifting) perché i segni dell’invecchiamento continueranno ad agire sulla pelle dell’individuo. La durata dei risultati è individuale, ma è certo che, anche a distanza di anni, il paziente che si sottopone al lifting avrà comunque un aspetto migliore rispetto a quello che avrebbe avuto se l’intervento non fosse mai stato eseguito.

È possibile eseguire il lifting sia in anestesia locale o anestesia generale. L durata dell’intervento varia anch’essa: da circa 40 minuti a qualche ora, anche se la durata media di un lifting facciale è di circa due ore. Dopo l’intervento non si avrà alcun tipo di dolore e, in caso fosse presente in quei rari casi in cui si verificano gli effetti collaterali, è comunque di lieve entità, e può essere tenuto sotto controllo da comuni farmaci antidolorifici.

Cos’è il Lifting, il più famoso trattamento chirurgico estetico

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Vuoi maggiori informazioni?
Contattaci!