Polinucleotidi nei trattamenti innovativi antiaging di viso e collo: una rivoluzione per la Medicina Estetica

I trattamenti anti-aging nella medicina estetica sono parecchi. Tuttavia, l’ultima frontiera in questo campo è rappresentata dai Polinucleotidi, in particolar modo nel Newest, grazie alla loro capacità di aumentare la produzione di collagene e di altri componenti della matrice extracellulare.

Recentemente il Dr. Virgilio De Bono ha parlato di questa incredibile “rivoluzione” all’interno della rivista di settore “L’ambulatorio medico”, sottolineando come abbia consentito allo sviluppo di dispositivi medici di classe III.

I Polinucleotidi hanno un effetto idratante e riempitivo

Grazie alla loro incredibile capacità di legare grandi quantità d’acqua, i Polinucleotidi organizzano la struttura del liquido e creano una sorta di gel 3D, donando un effetto naturale e fortemente idratante ai tessuti. La cosa ancor più incredibile è la mancanza di effetti collaterali clinicamente significativi e spiacevoli.

Uno studio condotto nel 2018 ha infatti messo a confronto tre gruppi di pazienti che sono stati sottoposti a mesoterapia e carbossiterapia. Ai pazienti del secondo gruppo è stata somministrata una fiala di amminoacidi e una di acido ialuronico, mentre i i pazienti del terzo gruppo hanno ricevuto lo stesso trattamento, ma invece della fiala di acido ialuronico hanno ricevuto una fiala di Newest (Polinucleoriti-HTP 20 mg in 2 ml e acido ialuronico 20 mg in 2 ml) per via intrademica due volte al mese, successivamente una volta al mese per due mesi e, infine, due sessioni di mantenimento ogni quattro mesi.

I risultati sono presto detti. Come volevasi dimostrare, il trattamento dove è stato utilizzato il PN-HPT + HA è stato quello più energico, con le manifestazioni di aging più avanzato e risultati migliori, sia in termini di autovalutazione che da parte di un’analisi dei medici estetici.

Trattamento Newest

Il Dr. Virgilio De Bono utilizza questo efficace trattamento sinergico su pazienti che dimostrano aging moderato o avanzato dai 40 anni in su. L’obiettivo primario è ovviamente quello di migliorare il tono e la texture cutanea – in particolare viso e collo – per donare loro elasticità e giovinezza.

Così come affermato su L’ambulatorio medico, il trattamento è un’ottima preparazione cutanea prima della stagione estiva e, soprattutto, prima della forte esposizione solare che la pelle subirà durante questo periodo. Quanti trattamenti sono necessari? Come sempre occorre fare una valutazione specifica – che sarà effettuata presso i nostri studi – ma generalmente tre sedute ogni 2/3 settimane sono sufficienti per creare il desiderato effetto biorivitallizante stabile e visibile.

Polinucleotidi per rivitalizzare viso e corpo

I polinucleotidi sono in grado di influenzare la produzione di proteine fibroblastiche da un punto di vista sia quantitativo che qualitativo e, proprio per questo motivo, si possono utilizzare come terapia unica e primaria o anche come coadiuvante di altri trattamenti (laser, radiofrequenza, peeling, needling, fili biorevitalizzanti, acido ialuronico, tossina botulinica e PRP). I polinucleotidi si inseriscono, quindi, in questa fascia molto ampia del ringiovanimento complessivo del viso e del corpo, per il miglioramento globale della lassità cutanea e per contrastare la perdita di volume di aree specifiche, la texture e la microrugosità. Insomma, Newest e i trattamenti Polinucleotidi sono destinati a restare a lungo all’interno della medicina estetica.

Polinucleotidi nei trattamenti innovativi antiaging di viso e collo: una rivoluzione per la Medicina Estetica

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Vuoi maggiori informazioni?
Contattaci!

Un network di medici selezionati e specialistici che mette al centro il tuo benessere psico-fisico.

La nostra missione è accompagnarti nel perseguire il lusso di poterti prendere cura del tuo corpo e della tua salute in ogni fase della tua vita, determinando il nostro lavoro in base alle tue esigenze.